31 maggio 2021- L'ORO DI DANAE

Lontano 1984. I Motley Crue e Ozzy Osbourne sono alle prese con un tour congiunto, sebbene artisticamente e privatamente siano distanti anni luce. Due realtà, queste, che in comune avevano solo la voglia di eccesso e il voler dar vita alle proprie follie e ai propri tormenti . Nikky, Mick, Vince e Tommy ne hanno passate davvero tante insieme, tra coca e alcol. Nikki ha anche confessato poi di spendere più di mille euro al giorno in eroina. Il tutto culminerà poi nel grave incidente stradale in cui perse la vita Razzle, il batterista della band Hanoi Rocks, incidente avvenuto subito dopo il tour sopra menzionato. Ozzy dal canto suo era quello dall’aura oscura e tenebrosa, colui che aveva staccato a morsi la testa di un piccione durante una riunione con l’emittente televisiva CBS, era il principe delle tenebre, il mangiatore di pipistrelli, veri o finti che fossero, aura questa conservata intatta addirittura fino al 2002, anno in cui la sua figura verrà sdoganata con il reality The Osbournes. Tra tutte le stranezze riguardanti Ozzy, vere o leggendarie, una menzione a parte meritano quelle riguardanti la sua orina, e lo sapeva bene il suo vicino di casa da cui partì una denuncia proprio in tal senso, ma la cosa assunse clamore epocale subito dopo l’episodio delle formiche. Abbiamo sentito raccontare questa storia decine di volte, dunque perché riportarla alla luce , vi chiederete! Perché questa particolare trasgressione di Ozzy in realtà è molto più comune di quanto si pensi e ci da il giusto spunto per parlare della parafilia più comune e, allo stesso tempo, tenuta più segreta, ancor più della Carboneria, qualcosa di cui parlare e sparlare sotto voce: il pissing, altrimenti detto “la pioggia d’oro”. Ma veniamo alla leggenda. I nostri, in viaggio su un bus verso la Florida, sono completamente ubriachi e strafatti. Fonti dell’epoca riferiscono di una mole esagerata di cocaina sniffata durante il viaggio. E per, fonti dell’epoca, ci si riferisce a Tommy Lee. Dunque, all’alba, ora imprecisata nelle menti annebbiate dei nostri eroi, arrivano finalmente a destinazione. Ozzy, chissà come, si accorge di un bastoncino di gelato sul marciapiede, e, attaccato ad esso, vede una lunga fila di formiche. La decisione è presto presa e barcollando e caracollando gli si avvicina, si piega e comincia a sniffare le formiche, ignare della fama che presto avrebbe segnato il loro destino. Il tutto destando lo sconcerto dei Motley, che, pure, ne avevano fatte di cose strambe, ma questa gli era sfuggita. La storia non finisce qui, a quanto pare, perché subito dopo Ozzy si lascia andare ad un piscio liberatorio dopodichè si mette a leccare la propria orina. E’ un falso, ci dicono, ma nulla può impedire a questa voce di diffondersi istantaneamente.

Ma cosa avrebbe spinto il nostro artista a compiere quello che per la maggior parte di noi comuni esseri umani potrebbe apparire disgustoso e insensato?

A ben guardare, la parafilia dell’orina ha origini addirittura nel mito greco. La principessa di Argo Danae, imprigionata dal padre in una torre, venne fecondata dal focoso Zeus, trasformatosi in pioggia d’oro per sfuggire al di lei padre e alle ire della gelosa consorte.

Posta così, la pioggia d’oro apparirebbe come qualcosa di romantico e trasognato ma in realtà non ha nulla a che fare con oro e champagne , né tantomeno tratta di corpi nudi inondati di raggi di luce. Si tratta di una vera e propria parafilia che risponde al nome molto meno romantico di urofilia., ed è sicuramente una delle fantasie sessuali più eccitanti. Questa forma di feticismo si esprime in diverse gradazioni, dal raggiungimento del piacere attraverso l'olfatto (stimolato dall'odore dell'urina) fino all'estremo di chi arriva all'assaporarla. I livelli intermedi della pratica includono l'impatto tattile della sensazione del liquido caldo che cade sulla pelle di qualsiasi parte del corpo, l'atto di urinare sul viso e sui genitali di un'altra persona, l'elemento esibizionista di trovare piacere ed eccitazione durante la minzione in pubblico e la sua controparte voyeuristica (guardare altri che urinano).

E’ una parafilia che coinvolge sicuramente il gioco reciproco di potere e sottomissione, sebbene la chiave del piacere stia nel contatto dei sensi con l’urina. Sebbene bandita da diverse religioni, la pratica della pioggia d’oro non è illegale, a meno che una delle due parti non abbia dato il proprio consenso. Va da sé che vi sono dei rischi collegati alla salute, in quanto il livello dei batteri presenti nell’urina è parecchio superiore a quello dei batteri presenti nella saliva. Inoltre, è stato dimostrato che chi pratica la Golden Shower può dimostrare reazioni allergiche dovute ai suoi componenti chimici. E persino la droga potrebbe essere passata da un individuo all’altro in questo modo.

Lungi da noi il voler scoraggiare chi fosse interessato a questa pratica decisamente particolare diciamo solo che vi è un'etichetta per rendere questo atto il più sicuro e igienico possibile. Le regole generali suggeriscono di praticarlo sotto la doccia, mentre l'acqua scorre.

L'atto deve avvenire con il consenso di tutte le parti e con soddisfazione di tutti coloro che vi partecipano.

I partner devono assicurarsi di essere sani ed essere molto responsabili in questo senso, così come astenersi da questa pratica sessuale se hanno ferite o lacerazioni sulla pelle, fino a quando non sono guarite.

Si noti inoltre che nella pratica deve essere utilizzato solo il tempo intermedio del flusso di urina che è più libero da batteri rispetto all'inizio e alla fine della minzione.

Infine, l'ideale è non bere mai l'urina, limitandosi al piacere che può venire dall'olfatto e dall'effetto visivo e tattile legati alla minzione.

E’ doveroso aggiungere che la pioggia dorata è solo una variante delle varie forme in cui l’urofilia può essere praticata. E siccome siamo coraggiose, ma soprattutto, vogliamo fare informazione, ecco qui di seguito altre varianti più o meno conosciute. Astenersi deboli di cuore perché nulla rimanga sulla nostra coscienza:

-Le Cateratte del Nilo:

-Le Carezze bagnate

-Il Bagnetto:

-Il Massaggio bagnato

Per ognuna di queste voci c’è una spiegazione pratica, ma, a dirla tutta, il millantato coraggio di cui sopra viene meno. E dunque, se volete saperne di più, c’è sempre internet su cui fare prezioso affidamento. Dopo questo articolo rimarrà il dubbio che ce ne affidino un altro. Ma, nel caso in cui ciò accadrà preparatevi a sentirne delle belle.

Stavamo per dimenticare. E Ozzy?

Nel biopic sui Motley Crue, andato in onda su netflix, The Dirt, l’ ex chitarrista Jake E. Lee, chiarisce: “ ha bevuto la sua pipì ma le formiche non ci sono mai state.

41 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti