20 maggio - ACCADDE OGGI

In memoria di Ray Manzarek (12 febbraio 1939 - 20 maggio 2013)


 

È riuscito nell'apparentemente impossibile intento di riunire lo swing d'oltreoceano alla tradizione napoletana, inventando uno stile che farà scuola. Dotato di un pianismo virtuoso e una capacità compositiva sopraffina, il 20 maggio del 2001 se ne andava uno dei più grandi musicisti italiani di tutti i tempi: il grandissimo Renato Carosone.


 

Questa cartolina è composta quasi per intero de un nome: Rupert Louis Ferdinand Frederick Constantine Lofredo Leopold Herbert Maximilian Hubert John Henry zu Löwenstein-Wertheim-Freudenberg, Conte di Loewenstein-Scharffeneck, meglio noto come Prince Rupert Loewenstein, per gli amici semplicemente Rupie the Groupie. E' stato il manager dei Rolling Stones ed è morto a ottant'anni il 20 maggio del 2014. Un po' della grandezza della band di Jagger e Richards si deve a lui.


 

Il 20 maggio del 1952 nasce Warren Cann, batterista e membro fondatore degli Ultravox.


 

Il 20 maggio del 2012 moriva Robin Gibb, cantante dei Bee Gees, la band che dopo aver realizzato le colonne sonore di "Staying Alive" e "La febbre del sabato sera" è entrata di diritto nel mito di intere generazioni. Una cartolina per ricordare il "falsetto più famoso della storia del rock".


 

20 maggio 2003: l'America perdona il suo figlio scapestrato. La Corte Suprema del South Caroline condona al settantenne James Brown tutti i (numerosi) crimini compiuti in passato nello Stato. Intervistato dai giornalisti dirà "Oggi è una grande giornata per me, Dio benedica l'America" e subito dopo inizierà a urlare a squarciagola davanti alle telecamere l'incipit del suo brano più celebre: "I feeeeeel gooood!


 

Il 20 maggio del 1946 nasce Cherilyn Sarkisian, la cantante, attrice e performer che fin dai tempi del sodalizio musicale con il marito Sonny Bono si fa chiamare semplicemente Cher. Dopo la rottura sentimentale e artistica con Sonny intraprende una carriera solista fatta di grandi successi commerciali e qualche incursione nella musica d'autore, come la cartolina che abbiamo scelto per lei, gran cover di un bellissimo brano tratto dall'album d'esordio di Marc Cohn del 1991.


 

Il 20 maggio del 1967 la BBC mette al bando "A Day in the Life" dei Beatles, brano conclusivo di "Sgt. Pepper", perché, secondo l'emittente britannica, il testo promuoverebbe un atteggiamento permissivo rispetto all'assunzione di droga.


 

Il 20 maggio del 1997 gli U2 paralizzano Kansas City in quello che verrà ricordato come "il più gigantesco ingorgo d'America". I quattro irlandesi sono nella città del Missouri per girare il video di "Last night on Earth", brano inserito all'ultimo momento nell'album "Pop", ma la notizia inizia a girare e i fan impazziti invadono la città creando disagi agli abitanti infuriati e alle forze dell'ordine che non riescono a riportare la situazione alla normalità se non dopo tre giorni di delirio. Nel video, girato in stile film di fantascienza anni '60, compare anche il poeta beat William Bourroghs in quella che sarà la sua ultima apparizione pubblica prima di morire tre mesi più tardi.


 

Voce soul e grinta inconfondibile, il pubblico ha iniziato ad amarlo fin dai tempi di Woodstock, quando sul palco più famoso della storia ha interpretato a modo suo "With a little help from my friends" dei Beatles, rendendo immortale il brano più leggero di "Sgt. Pepper". A lui si devono spettacolari concerti in cui l'intensità "fisica" era oggetto di ammirazione, ma anche di sberleffo (celebre quello di John Belushi al Saturday Night Live). Negli anni Ottanta conosce una nuova ondata di successo planetario grazie alle colonne sonore di due film: "Ufficiale e gentiluomo" per la quale vince l'Oscar come miglior canzone ("Up where we belong") e soprattutto "9 settimane e mezzo" in cui accompagna con la sua "You can leave your hat on" lo spogliarello di Kim Basinger, scena diventata un archetipo dello streaptease.

Il 10 maggio del 1944 nasceva il grande Joe Cocker.


 

Il 20 maggio del 2016 gli Afterhours pubblicano "Non voglio ritrovare il tuo nome".


 

Il 20 maggio del 1991 esce "Generazione di fenomeni" degli Stadio.


 

Il 20 maggio del 1984 viene proiettato per la prima volta, in occasione del Festival di Cannes, "C'era una volta in America", il capolavoro di Sergio Leone.


 

Il 20 maggio del 1873 Levi Strauss e Jacob Davis ottengono il brevetto per un modello di pantaloni rinforzati con rivetti metallici, confezionati con un tessuto estremamente resistente: nascono i Blue Jeans.


 

Il 20 maggio del 1912 nasceva il "Paròn", Nereo Rocco, l'allenatore che ha messo la poesia, il cuore e l'epica dentro i campi di calcio, diventando il più amato dagli appassionati di ogni generazione. Il suo fare burbero e al contempo paterno era l'emblema di un'Italia che voleva risorgere dalla "malòra" della guerra anche attraverso il gioco che si è più profondamente radicato nella cultura e nel costume del nostro paese. E sembra proprio di sentire la sua voce, nel verso del capolavoro di Francesco De Gregori, che si rivolge al ragazzo troppo magro dicendogli: "Nino non aver paura di tirare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore". Perché il Paròn sapeva bene che "un giocatore lo vedi dal coraggio, dall'altruismo, dalla fantasia".





5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti