10 giugno - ACCADDE OGGI

Il 10 giugno del 1981 a Vermicino, nei pressi di Roma, il piccolo Alfredino Rampi precipitava dentro un pozzo artesiano. Tutta l'Italia si fermerà per assistere alla lunga diretta su Rai2 che documentava le operazioni di soccorso, tutta l'Italia faceva il tifo per Alfredino ed era convinta che alla fine sarebbero riusciti a salvarlo. Anche il presidente Sandro Pertini, che era in prima fila davanti al pozzo fin dall'arrivo della notizia, seguiva fiducioso le manovre dei vigili del fuoco e dei volontari. Ma nonostante l'impegno profuso e il cuore dell'Italia che in quei drammatici momenti batteva all'unisono per spingere Alfredino fuori da quell'inferno, alla fine per lui non c'è stato nulla da fare. Fu una tragedia devastante, in quel momento Alfredino era il nostro fratellino, un bambino come noi, era l'altro figlio di tutte le nostre mamme, era l'amichetto di scuola e il compagno di giochi. La sua morte ha decretato in modo tragico la fine dell'età dell'innocenza e della spensieratezza per una intera generazione di suoi coetanei. Questa è la cartolina di uno di loro.


 

Buon compleanno a David Riondino, nato a Firenze il 10 giugno del 1952, cantautore con il gusto della parodia, come questa che prende affettuosamente in giro Franco Battiato.


 

"Non mi sento handicappato per la cecità, poteva andarmi peggio: per esempio potevo nascere negro".

Il 10 giugno del 2004 all'età di settantatré anni se ne andava The Genius, Ray Charles. Cieco dall'età di otto anni per un tracoma, di famiglia poverissima, abbandonato dal padre e orfano di madre, adottato da una coppia di Jacksonville frequentò la scuola per disabili e conobbe la musica. Si appassionò al pianoforte e iniziò a guadagnare qualche dollaro suonando nei bordelli di Orlando, finché non fu notato da un manager della Atlantic che gli propose un contratto discografico. Inizia così la carriera di uno dei più straordinari interpreti rythm'n'blues di tutti i tempi. La sua era una contaminazione con il country, il jazz, il soul e il blues classico in una miscela talmente efficace da valergli il soprannome di "Genio". La sua vita fu una continua altalena di successi e cadute, spesso rovinose, soprattutto a causa della dipendenza da eroina, fino al giorno della sua morte che oggi ricordiamo con questa cartolina.


 

Il 10 giugno del 1922 nasceva Frances Ethel Gumm, in arte Judy Garland, attrice moglie del regista Vincente Minnelli e madre di Liza. È stata anche l'interprete di un brano della colonna sonora de "Il Mago di Oz" che perfino i Pink Floyd hanno citato in chiusura del capolavoro "The Wall", questo:


 

Il 10 giugno del 1966 viene utilizzata per la prima volta la tecnica del nastro suonato al contrario in una canzone. Era stata scoperta casualmente da John Lennon che ne intuì il potenziale e decise di sperimentarla per il lato B di "Paperback Writer". Ne uscì fuori questo:


 

Il 10 giugno del 1910 nasceva uno dei padri del blues del Delta, vera e propria leggenda della Musica del Diavolo, sulle sponde del Mississippi in una delle contee più razziste d'America, non a caso chiamata White Station. All'anagrafe il suo nome era Chester Arthur Burnett, ma per tutti era il "lupo ululante" Howlin' Wolf.


 

Il 10 giugno del 1931 nasceva a Rio De Janeiro João Gilberto Prado Pereira de Oliveira, o semplicemente João Gilberto, uno dei padri della bossanova.


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti