MANDRAX EVOLUTION

L'evoluzione della storica band reggina

FORMAZIONE:

Edoardo Pedà2.jpg

EDOARDO PEDÀ

Voce

Storico cantante dei Mandrax, carisma e presenza scenica sul palco ne fanno un performer di altissimo livello.

MANUELA.png

MANUELA ROMEO

Voce e Percussioni

Voce d'angelo e grande capacità interpretativa fanno di Manuela una delle cantanti più amate dal pubblico.

MC_05115.jpg

SALVATORE FAMILIARI

Chitarre

Formazione accademica e tecnica impeccabile sono il biglietto da visita del M° Salvatore Familiari.

MC_05094.jpg

VITTORIO ROMEO

Fisarmoniche

Uno dei fisarmonicisti di riferimento italiani, capace di sviluppare un gradiente sonoro pressoché infinito.

Peppe.png

PEPPE D'AGOSTINO

Plettri e strumenti etnici

Polistrumentista di grande talento, ha suonato e suona con le principali band di musica etnica e non.

MATTEO.png

MATTEO ZEMA

Batteria e percussioni

Giovane batterista dal futuro luminoso, il suo drumming è figlio di un intenso percorso di studio. 

IL PROGETTO:

i Mandrax sono stati una delle rock band calabresi più note di sempre, negli anni Novanta trionfarono ad Arezzo Wave, la più importante manifestazione rock dell’epoca, furono chiamati dalla EMI a reinterpretare il classico di Rino Gaetano “Aida” e la loro influenza nel panorama italiano fu tale che perfino gruppi come gli Afterhours di Manuel Agnelli ne dichiararono il loro apprezzamento pubblico. Questa evoluzione è un passaggio di maturazione artistica, dovuto soprattutto alla ricerca di nuove sonorità, di contaminazioni anche azzardate tra diversi linguaggi musicali, a una maggiore attenzione ai temi trattati e all’articolazione di testi ancor più sintomatici dell’urgenza creativa.

REPERTORIO:

  1. Mohamed il guerriero

  2. Lo Sai

  3. Fammimale

  4. Stramaledetta Terra

  5. Combatteremo!

  6. Notre Dame de Paris

  7. Lunestango

  8. Analfabetismo funzionale

  9. Non finisce mai (ad Angelina Cartella)

  10. Di Parolieri e Parolai

  11. Vitti ‘na Crozza (cover tradizionale)

  12. Mokarta (cover Kunsertu)

  13. Padre e Figlia (cover in italiano di “Father and Son” di Cat Stevens)

  14. L’illogica allegria (cover Giorgio Gaber)

  15. Vola Pablito, 11 luglio 1982

  16. Quando saluti

  17. Odio la luna

  18. Il paese dei vincenti

DURATA DEL CONCERTO: 1 h e 30 m. 

Scarica
scheda tecnica

MEDIA GALLERY: